Claustrofobia e Agorafobia

Claustrofobia e Agorafobia

lo spazio fisico e relazionale diventa un problema

Si tratta della paura di trovarsi in situazioni dalle quali può essere difficile o imbarazzante allontanarsi o ricevere aiuto in caso di pericolo o di attacco di panico (per esempio: i mezzi di trasporto o i luoghi affollati). La sensazione soggettiva riportata più frequentemente è quella di non riuscire a respirare, di non avere la terra sotto i piedi e un complessivo senso di smarrimento e ottundimento.

Se i sintomi prevalgono nei posti chiusi (ascensore, autobus, ecc) il disturbo prende il nome di claustrofobia; nei luoghi aperti (es. piazze) si parla di agorafobia.

TRATTAMENTO

Il trattamento utilizza tecniche di intervento basate sul sintomo, piuttosto che sull'esplorazione delle cause profonde.

Durante il trattamento l'attenzione si focalizza principalmente sul come il sintomo si manifesta e ha modificato le abitudini della persona, le sue modalità di interagire con gli altri e di muoversi nella propria cerchia affettiva, lavorativa e sociale.

Risulta fondamentale capire la funzione del sintomo ed i messaggi provenienti dal corpo che segnalano l'inizio del disagio per implementare la capacità di gestione. 

Tematica:

Ansie e Fobie

Chiedi un Consiglio su questo argomento

Hai un dubbio? Non sai come risolvere il tuo problema? Compila il modulo, il Dott. Tedone risponderà alla mail da te indicata in tempi brevi.

Acconsento al trattamento dei dati personali » Maggiori informazioni
AUTORIZZAZIONE UTILIZZO COOKIE
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookies.
Maggiori informazioni [OK, CHIUDI]